Prestige Tour Srl
via Mar Della Cina N° 183
00144 Rome, Italy
Tel: +39 06 5220.6401 (r.a.)

Motore di ricerca

Area riservata

Loading ...

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere velocemente le migliori offerte e promozioni

Scarica i nostri cataloghi

Venezia informazioni Turistiche

Venezia:

Comune italiano e capoluogo del Veneto, suddivisa in due centri, quello di Venezia, situato nella laguna, mentre Mestre è quello che concerne la terraferma. Seconda solamente a Roma per quanto riguarda il turismo in Italia, Venezia fa parte dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, famosa soprattutto grazie alla sua laguna e ai suoi beni artistici. In autunno e in primavera può capitare che la laguna straripi causando allagamenti nell'area urbana. Tornando a Venezia, questo comune, è suddiviso in sei municipalità e il suo centro storico è situato nel mezzo della laguna. Questo centro è uno dei più grandi d'Italia, ed è rinomato per i suoi sei sestieri: Cannaregio, Castello, Dorsoduro, San Marco, San Polo e infine Santa Croce. Il clima di Venezia può essere considerato una via di mezzo tra il clima continentale e quello mediterraneo, data la vicinanza al mare che abbassa le temperature d'inverno. I trasporti, invece, essendo la città di Venezia suddivisa in terraferma e laguna prevede, oltre i soliti, le imbarcazioni lagunari come ad esempio la gondola. E' consigliabile recarsi a Venezia soprattutto durante il famoso carnevale, antica tradizione praticata già nel 1094, come testimonia un documento del Doge Vitale Falier in cui nomina divertimenti pubblici effettuati proprio nei giorni che precedono la Quaresima. Persino Carlo Goldoni in una delle sue poesie dedicate per l'appunto al Carnevale rappresenta lo spirito della festa che si addice a quello veneziano. Altri poeti come Byron e Foscolo trattarono di Venezia, parlando della città della Laguna, e del suo aspetto paludoso. Ora come ora è un evento che coinvolge sponsor e reti televisive che richiama una moltitudine di persone che vogliono divertirsi adottando l'uso di maschere strambe o particolari, uno spettacolo sensazionale per amanti di questo genere di eventi. La città in questi giorni diventa quindi una sorta di teatro dove si può riscontrare il fascino di un mondo a se stante, composto da balli, scherzi e galà che appassionerebbero chiunque si trovasse lì in quel periodo. Oltre al carnevale Venezia è conosciuta per molti luoghi d'interesse ognuno con la propria storia e il proprio fascino.

E' consigliabile infatti recarsi a vedere:

  • Il teatro La Fenice, teatro lirico principale di Venezia, costruito già negli anni 1790-1792 da Gianantonio Selva. Inaugurato nel 1792 con la messa in atto de "I giochi di Agrigento" di Paisiello. Le opere liriche di grandi autori italiani come: Gioachino Rossini, Vincenzo Bellini e Giuseppe Verdi , vennero rappresentate proprio qui. Oltre ad essere famoso grazie alle opere qui rappresentate, esso presenta una facciata neoclassica e due statue nelle nicchie, la Danza e la Musica, opere di Giovanni Battista Meduna.
  • La pietra rossa, di questo colore per simboleggiare il lutto. Questa pietra ha una storia alle sue spalle, si vociferavano leggende riguardanti ad alcune pietre che porterebbero sfortuna, questa pietra nella fatti specie si riferisce alla peste nera che scoppiò nel 1630 e il luogo dove è incastonata è proprio dove la peste si fermò. E' tutt'ora vista come auspicio di malaugurio, ed è quindi evitata da molti superstiziosi.
  • La Scuola Grande di San Rocco, composta dalla facciata bianca con il suo colonnato in pietra d'Istria. Suddivisa in tre sale, quella Terrena, quella Superiore e la Sala dell'Albergo essa è una delle tappe preferite dei turisti. All'interno si possono trovare opere d'arte di Giorgione, Tiziano e soprattutto di Jacopo Robusti conosciuto come il Tintoretto. Si scorgono infatti i dipinti di quest'ultimo di cui ricordiamo alcuni tra i più famosi: "L'Annunciazione","L'Adorazione dei Magi","La Strage degli innocenti", "L'Assunzione di Maria" e via dicendo. Cosa di vitale importanza all'interno di questa struttura è la luce, infatti la struttura è stata costruita in modo tale che le luci e le ombre caratterizzino maggiormente ogni opera di Tintoretto.
  • Il Ghetto Ebraico, dove risiedevano gli ebrei, un'area circondata da alte mura i cui accessi erano controllati da guardie armate e venivano chiusi di notte. Solamente nel 1797 quando Napoleone giunse a conquistare Venezia i cancelli e le varie restrizioni furono eliminate, permettendo agli ebrei di spostarsi in altre zone della città. Durante la seconda guerra mondiale vennero deportate 200 persone dal Ghetto di Venezia, motivo per cui oggi si può trovare nel campo del Ghetto Nuovo il Monumento all'Olocausto del 1980 di Arbit Blatas.
  • I Magazzini del Sale, ormai utilizzati per altri usi, come per l'esposizione o come deposito di imbarcazioni. La laguna di Venezia fin dall'epoca romana fu utilizzata per la produzione di sale, usato principalmente come merce di scambio. Verso la fine del XII secolo si potevano infatti contare almeno 119 fondamenti di saline, cosa che dimostra quanto all'epoca fosse sfruttata la laguna.
  • Il Canal Grande, la via principale d'acqua che attraversa Venezia dividendola in due parti. Proprio su questa via si affacciano infatti alcuni dei palazzi, chiese ed edifici più belli della città. E' tutt'ora la principale arteria navigabile, da cui si scorgono per l'appunto palazzi gotici, rinascimentali e barocchi. Ricordiamo alcuni tra i palazzi più belli come: il Palazzo Labia, il Palazzo Vendramin-Calergi (dove risiedeva Richard Wagner all'epoca) oggi sede del Casinò Municipale di Venezia, il Cà Pesaro che ospita il Museo d'Arte orientale e Moderna, il Palazzo Mocenigo(dove risiedeva Lord Byron all'epoca) e via dicendo.
  • I quattro ponti: il ponte della Costituzione, di Rialto, dell'Accademia e degli Scalzi. Di questi ricordiamo soprattutto il ponte di Rialto grazie alla prospettiva che esso offre sul Canal Grande. Simbolo architettonico della città fino all'800 costituì l'unico collegamento tra le due parti della città. Questo è percorso da tre gradinate e ai sui piedi si trova il famoso mercato del pesce e della frutta di Rialto.